Prefazioni inedite

PREMESSA
by PATRIZIA BARCHI e JACOPO NARROS

La rubrica raccoglie tutte quelle auto-prefazioni che scrittori di un passato più o meno recente hanno scritto per le proprie opere ma che per varie ragioni non hanno mai pubblicato. Sono delle dichiarazioni programmatiche rifiutate dagli editori, bigliettini postumi che dicono una verità al mondo, e che contengono una piccola visione psicologica dell'autore e del tempo in cui è vissuto.
Le Prefazioni inedite sono anche esempi di scrittura breve, quasi fulminante, che può portare a stramberie o paradossi: leggendole si potrebbero scoprire classici consacrati che dichiarano odio verso i propri libri famosi, oppure che ammettono in realtà di non averli mai scritti (anche Flann O' Brien ha dimostrato che Joyce non ha mai scritto l'Ulysses).
Possiamo dire che queste prefazioni sono un'altra fragile voce della letteratura.

Articoli della categoria:

La secchia rapita

Prefazione inedita a La secchia rapita di Alessandro Tassoni O lettore che tieni il libricciuolo In aria come fosse bella mela Sollevata tramite il picciuolo, Sbuccia la buccia e palpa quel che cela: Una bella novella, un dolce duolo, Una commedia, una telenovela Che ha per tema la storia molto ardita Di una famosa assai […]

Altro

La metamorfosi

Prefazione inedita a La metamorfosi di Franz Kafka S’immagini questa scena: eravamo io e Max Brod; il mio corpo piegato e la mia testa intrappolata nella morsa del suo braccio, e lui che con le nocche dell’altra mano sfrega la mia testa. E io dopo che gli chiedo di smetterla, e lui che mi fa […]

Altro