Pagine

PREMESSA
L’inchiostro displezzato per la sua nerezza dalla bianchezza della carta, la quale da quello si vide imbrattare. Vedendosi la carta tutta macchiata dalla oscura negrezza dell’inchiostro, di quello si dole; el quale mostra a essa che per le parole, ch’esso sopra lei compone, essere cagione della conservazione di quella.
[Leonardo da Vinci, L'inchiostro e la carta, in Favole/XLVII]

Articoli della categoria:

Di chi è la colpa?

Allora, la Civiltà Romana è in crisi? E allora, di chi è la colpa? Della Cultura? Dell’Anarchia? Della Corona? Dell’Economia? O dei capelloni? O dello strutturalismo? O dei giradischi? O di Giovanni XXIV? O del Mediterraneo tutto ormai contaminato? O dello scioglimento dei ghiacci polari? O dell’inconsistenza degli Appennini? O della pausa pomeridiana? O della […]

Altro