Quel veleno della coscienza

Tutti i giorni lo prendo
quel veleno della coscienza.
Poco a poco assecondo
la paura della tua assenza.
L’ho fatto sempre:
con donne, uomini,
luoghi e situazioni.
E con i drammi dell’umanità.
Pensare della fine non è
meno della fine stessa.

Trieste, 16-7-2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...