Una questione spinosa

EMILIA ROMAGNA

LEGGENDE METROPOLITANE

A un certo punto, siamo negli anni ’80, ha cominciato a circolare fra i testimoni di Geova, al Nord come al Sud, la questione “puffi”. In una pubblicazione destinata ai membri anziani delle congregazioni locali, ben tre pagine sono dedicate all’argomento. Sembra sia stato interpellato perfino il Tabernacolo di Brooklyn, cioè la sede centrale mondiale dei Testimoni, che fino agli anni ’90 era appunto a New York, nel quartiere di Brooklyn. Per intendersi, è come se un vescovo cattolico avesse interpellato il Vaticano su una questione spinosa.

E comunque ecco la questione spinosa: nella Sala del Regno di Modena un bambino ha portato con sé un puffo di peluche. A un certo punto, durante l’adunanza, il puffo ha preso vita, si è alzato in piedi, ha camminato verso la porta ed è uscito. Così, senza dire una parola. Pensare che il Dio biblico abbia a che fare con questo evento sarebbe un peccato mortale. L’unica spiegazione possibile è che sia opera del diavolo. Per questo il Tabernacolo di Brooklyn ha stabilito che è meglio proibire ai bambini di guardare i puffi o di giocare con i loro pupazzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...