Ma perché?

BASILICATA

CITAZIONI

Carleto Perticara. Paesino che sembra una mascherata teatrale sperduta tra i monti, parodia dell’obbligo di rifare tutto secondo modelli pubblicitari. Scritte di negozi sulla via centrale: BEAUTY CENTER, CENTRO DI DIMAGRIMENTO, CENTRO OTTICO, AZIMUT SPORT, BOUTIQUE DELLA CARNE, PESCHERECCIO MAREBLU, ORTOFRUTTA, STUDIO PIDUE, INGEGNERIA URBANISTICA. Case anonime per pendolari. Nessun bambino in giro. Una donna mi spiava dalla porta con occhi molto diffidenti. Stanco di tutta questa retorica tecnica delle scritte, cercavo un posto per sedermi. Neanche una panchina in tutto il paese. Sul marciapiede nella piazzetta delle corriere, ascoltavo discorsi di due anziani che parlavano in dialetto e non capivo niente… La certezza della morte, l’incertezza del lento morire di ogni giorno, il bisogno di aggrapparsi a qualcosa comprando merci, e magari comprandone più degli altri per sentirsi qualcuno – queste sono le basi imbattibili della pubblicità. Aggiungi che di queste cose non si deve parlare, altrimenti si fa la figura del cinico e jellatore da tenere alla larga, Così succede che, in un paesino sperduto sui monti lucani, la signora A ogni mattina mangia il suo yogurt con i fermenti lattici perché vuole che “il suo organismo funzioni come un orologio”; e il signor B si fa la lampada per apparire più sano di quel che è quando deve vendere i suoi software; e l’anziana signora C non sopporta niente di vecchio perché le fa venire il pensiero della miseria e della morte… Tra l’altro in quel paese non c’era neanche un bar aperto, e hanno levato via anche tutte le fontane per dissetarsi. Lunga attesa d’una corriera. Il problema con le corriere è che servono solo per i pendolari, viaggiano soltanto nelle fasce orarie in cui la gente va al lavoro o torna dal lavoro. Nel pomeriggio, dopo le due, nessuna corriera torna più a Potenza. Ma perché Rocco mi ha mandato a Carleto Perticara?

[Gianni Celati, Diario del Sud (interrotto), in Riga 40, Quodlibet 2019]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...