Cinquanta sfumature di “già letto”

10 agosto 1936

La mia prima amante, la portai con me nel piccolo villaggio che mi avevano mandato a governare. Lei aveva circa sedici anni e io diciassette. Un giorno, pazzo di gelosia, la gelosia di un moro, la torturai. La appesi per le mani con un peso attaccato ai piedi. Tirai io stesso la corda, e la lasciai così per qualche minuto. Un uomo muore nel giro di dieci minuti. Provai una grande gioia, eppure era assolutamente ingiusto. E quando la rimisi a terra, lei moriva di desiderio, se moría de sensualidad.

[Anais Nin, Fuoco, Bompiani 2002]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...