Stabiòl

SOPRANNOMI

A Grontardo in provincia di Cremona c’era uno grande e grosso con due mani che saran pesate cinque chili a testa e che aveva una cascina. Lo chiamavano Stabiòl che deriva da “stabbia” cioè una grande e grossa socca di legno duro che nel camino scaldava per due giorni di fila. Stabiòl quando veniva il camion del macello a ritirare le vacche lui le spegneva con un pugno in testa.

Tratto da qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...