Strisce pedonali

Roma, tra la fine degli anni 50 e l’inizio degli anni 60, cominciò ad essere popolata da ragazzi sensibili. Erano il corrispettivo delle Strisce Pedonali, ed erano tristi. Ed io li amavo. Allora cominciai a diventare veramente Italiano o fu l’Italia che cominciò a diventare veramente Folle. Fino allora avevo galleggiato, ma ora c’erano i Ragazzi Sensibili

Non erano i corpulenti che gridavano, erano i ragazzi sensibili che leggevano Marx ed altri autori dal nome tedesco ed io mi burlavo di loro ma li amavo. Perché non erano Corpulenti.

[Carlo Bordini, Pezzi di ricambio, Empirìa]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...